Gli elettroutensili sono strumenti indispensabili nell’edilizia e vengono utilizzati per una vasta gamma di lavori. Tra i loro usi più comuni troviamo:

  1. Trapani: utilizzati per forare e avvitare materiali come legno, plastica e metallo. Sono fondamentali per l’installazione di mobili, montaggio di cornici e lavori di falegnameria.
  2. Seghe circolari: impiegate per effettuare tagli diritti su legno, compensato, plastica e altri materiali. Sono essenziali per lavori di carpenteria e per la rimozione o la modifica di pareti.
  3. Smerigliatrici angolari: usate per levigare, smerigliare, tagliare e lucidare metalli, pietre e mattoni. È uno strumento versatile che trova impiego nella rimozione del ruggine, nella rifinitura dei materiali e nella preparazione delle superfici.
  4. Martelli demolitori: impiegati per rompere superfici come calcestruzzo, mattoni o pavimenti. Sono fondamentali nelle demolizioni e nel restauro strutturale di edifici.

Oltre all’ampia gamma di strumenti disponibili, i nuovi motori brushless stanno diventando sempre più popolari in quanto offrono numerosi vantaggi. Questi motori sono senza spazzole, il che significa che non c’è attrito tra spazzole e collettore elettrico. I vantaggi includono:

  1. Maggiore efficienza energetica: grazie alla riduzione dell’attrito, i motori brushless consumano meno energia rispetto ai motori tradizionali, consentendo una maggiore durata della batteria e un minor costo di utilizzo.
  2. Maggiore durata: poiché non ci sono parti meccaniche che si usano o si usurano, i motori brushless tendono ad avere una vita più lunga rispetto ai motori tradizionali.
  3. Minore manutenzione: a causa della mancanza di spazzole, non è necessario sostituirle o effettuare manutenzione regolare sui motori brushless.

Inoltre, gli elettroutensili a batteria offrono una serie di vantaggi rispetto agli elettroutensili con filo:

  1. Portabilità: poiché non sono legati a una fonte di alimentazione elettrica, gli elettroutensili a batteria consentono di lavorare liberamente in diverse posizioni e luoghi di lavoro senza il bisogno di cavi o adattatori.
  2. Flessibilità: le batterie ricaricabili consentono di utilizzare gli strumenti in modo continuativo, senza dover interrompere il lavoro per collegarsi a un’altra fonte di alimentazione.
  3. Sicurezza: la mancanza di cavi riduce il rischio di inciampare o di rimanere intrappolati durante il lavoro.

Infine, i nuovi caricabatterie veloci consentono di ridurre i tempi di ricarica delle batterie, permettendo agli elettroutensili a batteria di essere pronti all’uso in meno tempo. Questo è particolarmente vantaggioso quando si lavora su progetti che richiedono un alto rendimento e un utilizzo prolungato.